(apokálypsis)

Jo non era un amico … era molto di più … era Jo … me lo ricordo come una forza della natura, primi anni 70 … insieme ad una banda di selvaggi, al mare in Calabria, la sua terra … istrione a volte genuinamente strafottente … non si vergognava di niente … bello con i capelli lunghissimi, selvaggio … ti guardava dritto negli occhi conscio della sua forza … puro e mai prepotente … niente era impossibile … le notti di agosto intorno ad un falò a danzare come le fiamme … le notti invernali a Firenze … camminando fino all’ alba a parlare di rivoluzione e realtà, le imbriacature colossali prese insieme … il suo viso corrucciato quando qualcosa non gli stava bene a mano … la sua risata e i suoi sfottò … le cose legate a un dito … le manifestazioni … il ritrovarsi in pochi … i suoi amori … suo fratello … i suoi amati genitori … niente era impossibile … mi fece ascoltare una canzone che tuttora mi sembra, ascoltandola, di vederlo correre sulla spiaggia, ridendo gettarsi nel mare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...